Scontri FN-centro sociale, ci sono sei indagati

Sei ragazzi (cinque italiani e uno straniero) legati al centro sociale Casa Madiba di Rimini, sono indagati dalla procura di Rimini per i fatti accaduti sabato scorso davanti a un supermercato di via Dario Campana a Rimini: gli attivisti del centro sociale, secondo quanto appurato dalle telecamere di sorveglianza esterne al punto vendita, hanno aggredito i militanti di Forza Nuova mentre stavano effettuando una colletta alimentare. Questa mattina polizia di Stato e carabinieri hanno perquisito le abitazioni degli indagati, che secondo gli inquirenti hanno avuto un ruolo attivo nella vicenda, e la sede del centro sociale Casa Madiba. Intanto, il tavolo per l’ordine e la sicurezza, che si è riunito questa mattina, ha stabilito che la manifestazione annunciata da Forza Nuova per sabato 2 aprile si potrà svolgere ma non i piazza Cavour, come richiesto dal movimento, in quanto impegnata da altre iniziative programmate tempo addietro. Andrà a questo punto individuato un altro spazio dalla questura di Rimini. Dalla prefettura spiegano: “Si cerca di andare incontro alle esigenze di tutti coloro che chiedono pacificamente di manifestare individuando altri spazi che consentano pari visibilità e nel rispetto di ogni regola democratica”.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *