Si tuffa nell’invaso del ponte di Tiberio per sfuggire all’arresto

Per cercare di sfuggire all’arresto da parte della polizia di Stato, un tunisino sul quale pendeva un ordine di cattura, è scappato lungo corso d’Augusto e si è tuffato nell’invaso del ponte di Tiberio con le manette ai polsi. Gli agenti che lo seguivano si sono a loro volta gettati nelle acque e lo hanno riportato a riva. Tutti e tre sono stati visitati in ospedale e non hanno riportato conseguenze per il fuori programma. Sul tunisino pendeva un ordine di carcerazione emesso dalla procura di Agrigento: deve scontare due anni in una casa lavoro. Fermato per un controllo, lo straniero è stato portato in questura per formalizzare il provvedimento. All’uscita degli uffici di corso d’Augusto però, quando stava per essere accompagnato in carcere, è riuscito a divincolarsi e si è messo a correre in direzione dell’antico ponte romano. Sentendosi braccato perché i poliziotti stavano arrivando, si è buttato in acqua ma è stato raggiunto e arrestato.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *