L’intersezione di innovazione, oppurtunità e promessa

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Carlo Dall’Olmo – chirurgo vascolare e presidente del Michigan Vascular Center, nonché ex console a disposizione di San Marino negli Stati Uniti – relativa all’accordo che permetterà a due studenti dell’Ateneo lo svolgimento di stage retribuiti nella multinazionale Lear Corporation, attiva nel settore auto. Dall’Olmo è stato ideatore dell’intesa e figura centrale per la sua realizzazione.

Ecco cosa scrive

Accordo Lear Corporation  – Università degli Studi della Repubblica di San Marino: L’intersezione di innovazione, opportunità e promessa

Sono lieto di vedere realizzata l’affiliazione tra l’Innovation Center di Lear Corporation e l’Università degli Studi della Repubblica di San Marino, che offre molti vantaggi a tutti gli interessati. Per i fortunati studenti che andranno a fare un’esperienza lavorativa nel Centro di Innovazione della Lear Corporation a Detroit, in Michigan, questo accordo offre un’immensa esperienza intellettuale, fornendo l’opportunità di lavorare e scambiare idee con i leader internazionali nel settore automobilistico. La Lear Corporation è leader internazionale in molti settori dell’industria automobilistica, con uffici in tutto il mondo. È una compagnia molto rispettata negli Stati Uniti. Non ci può essere un esempio migliore per un giovane studente che essere a contatto con l’ingegno, l’innovazione e la cultura della Lear Corporation.

Per l’Ateneo di San Marino questo accordo offre un passo in più verso il percorso di internazionalizzazione, aiutando l’Università nel reclutamento di studenti internazionali. Si tratta di un ‘fiore all’occhiello’, di un punto di orgoglio, del riconoscimento degli accordi internazionali nell’offerta formativa dell’Università. Sono molto grato a Karen Venturini e Elena D’Amelio per la preziosa assistenza offerta per portare a compimento questo progetto. Sono altresì grato all’amministrazione dell’Università per la sua lungimiranza e la volontà di dare vita a questo accordo.

Per la Lear Corporation, l’Innovation Center è un altro passo in avanti per ampliare la cultura di una grande società di ricerca e di eccellenza, attraverso l’educazione dei migliori e più brillanti. Non c’è modo migliore, per preparare la prossima generazione, che offrire le lezioni dei leader della Lear Corporation.
Sono molto grato a Matt Simoncini, amministratore delegato della Lear Corporation, che come me è di origine sammarinese. La sua gentilezza ha permesso a questo accordo di prendere forma. Sono anche molto grato a Bernard Theisen, vicepresidente della Lear, che ha personalmente preso il controllo di questo progetto e l’ha portato a compimento. Questo accordo promette di essere una meravigliosa opportunità per l’Università di San Marino e per i suoi studenti.

Personalmente, l’intesa che prende vita mi dà grande soddisfazione perché è un modo per ‘restituire qualcosa’ al mio Paese di origine. E’ il culmine di un lavoro durato sei anni che ho intrapreso per offrire opportunità a livello internazionale per i giovani. Non avrei potuto concepire una migliore opportunità che la creazione di questo accordo. Dopo i passati contatti con l’Università di Oakland, che non hanno però portato a un’intesa, questa nuova affiliazione con Lear Corporation promette di aprire le porte per collaborazioni con altre Università della zona di Detroit. Il potenziale per il futuro è senza limiti.

L’Innovation Center di Lear, anche se solo di recente apertura, ha iniziato a svolgere la sua mission: la creazione di collaborazioni innovative con brillanti studenti internazionali della Repubblica di San Marino. Complimenti a tutti gli interessati.

Carlo Dall’Olmo

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *