Elezioni: servono legalità e riformismo

Serve un voto per la legalità, per il rilancio dell’economia ed il rinnovamento del sistema politico, ancora intriso di figure legate ad un sistema di potere con troppi interessi economici piu’ conservatori e discussi dello Stato, come hanno dimostrato anche le ultime inchieste giudiziarie dei tribunali italiani (leggi ReNero).

Domenica, circa 30mila sammarinesi sono chiamati a rinnovare il Parlamento locale dopo una campagna elettorale autunnale molto combattuta e discussa, che ha visto confrontarsi alcune forze progressiste ed altre molto più legate ai vecchi potentati finanziari, protagoniste di un’azione di governo negli ultimi anni deludente e priva di una visione per il rilancio del Titano. In campo ci sono anche forze politiche che nel nome del nuovismo hanno stretto rapporti ed alleanze più o meno ufficiali con blocchi di potere economici/finanziari che nulla hanno a che fare con il rinnovamento.

Sono state deludenti alcune segreterie di Stato, come quelle che hanno sostenuto iniziative imprenditoriali come il One Gallery Outlet, oggi in crisi ed in procinto di licenziare decine di lavoratori. Di più, alcune forze politiche hanno sostenuto questo progetto in contrapposizione con quello del nuovo Polo del lusso, vero fiore all’occhiello per il Titano dei prossimi anni.

Senza dimenticare gli attacchi senza troppi fronzoli al nuovo presidente della Banca centrale Grais, reo probabilmente per i più conservatori di aver fatto troppa ‘pulizia’ rispetto al sistema finanziario che era deflagrato sotto i colpi della magistratura e della Banca d’Italia.

Le elezioni di domenica 20 rappresentano una possibile svolta: da una parte la voglia di rinnovamento, di riformismo democratico, di rilancio del Titano sull’onda di una legalità da riaffermare in senso ancor più compiuto contro chi vuole ‘restaurare’ una volta per tutte un certo modo di fare politica, con pesanti interessi finanziari coinvolti. (m.p.)

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *