Ricorso infondato: confermato il divieto di espatrio

corruzione mose

Ricorso respinto perché infondato.

Così il giudice di Terza Istanza, Lamberto Emiliani ha giudicato il ricorso degli avvocati difensori di Claudio Podeschi e Biljana Baruca che avevano impugnato il decreto del Commissario della legge che impone loro il divieto di espatrio se non per alcune limitate eccezioni.

Confermata quindi la decisione del magistrato inquirente e del giudice di appello che riguarda il secondo filone di indagine per cui i due già a processo vedono ancora pendere su di loro misure rrestrittive.

Permane per Podeschi il divieto di uscire dal territorio sammarinese mentre per Biljana Baruca restano alcune deroghe al divieto, in funzione di particolari autorizzazioni.

“Rispettiamo le decisioni del giudice – hanno dichiarato gli avvocati difensori Stefano Pagliai e Achille Campagna – ma non ci esimiamo dal criticarle. La sentenza risolve in modo per noi non condivisibile la questione del reato di autoriciclaggio contestato in riferimento ad un tempo in cui il reato non era ancora previsto ma, soprattutto, nulla dice sulla questione dello stesso fatto contestato due volte. Per l’ennesima volta dovremo rivolgerci ai giudici di Strasburgo”.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *