Il cambiamento è Adesso con SSD, RF e C10

Domenica per la prima volta si vota per il ballottaggio. Una novità assoluta per San Marino e che passerà alla storia.

Il voto del 20 novembre, il “primo turno”, ha dimostrato che la maggioranza dei sammarinesi vuole sostanzialmente un cambiamento rispetto a chi ha governato fino a ora. Per completare e raggiungere tale obiettivo, e quindi per “fare la storia” il 4 dicembre è necessario un ulteriore passaggio quello cioè di dare una spallata a chi ha governato in una forma o nell’altra negli ultimi 30 anni e cioè mandare all’opposizione la Dc e i partiti suoi alleati.

E se l’obiettivo è quello appena descritto, esiste una sola scelta possibile, quella cioè di scegliere Adesso.sm che oltre a rappresentare il cambiamento e il rinnovamento è anche lontana da un certo populismo emerso con forza negli ultimi anni e anche alle ultime elezioni. La coalizione formata da Sinistra socialista democratica, Repubblica futura e Civico 10 ha infatti le qualità, le competenze e le professionalità per rappresentare un punto di svolta per il Paese.

Candidati e programma alla mano, è anche quella che meglio può riuscire ad attrarre la maggioranza dei sammarinesi che non ha votato per Dc & Co, anche tra le fila di coloro che hanno votato chi oggi non corre per il ballottaggio, come Rete e la coalizione Democrazia in Movimento.

Dati di fatto e non “scimmiottamenti” come li descrive qualcuno, sono alcuni punti del programma e delle proposte presentate in questi giorni: Reggenza di garanzia, presenza delle opposizioni nel Comitato per il credito e il risparmio, eliminazione da subito del raddoppio del contributo pubblico ai partiti in caso di elezioni, dare corso all’ordine del giorno sul rinnovo della governance di Cassa di Risparmio, tavolo permanente di confronto con le opposizioni, eliminazione delle commissioni inutili, statuto delle opposizioni, cambio di metodo e rinnovamento nei fatti e nelle persone.

D’altronde ci sono dei numeri incontrovertibili che lo dimostrano: su 88 candidati che hanno composto la coalizione Adesso.sm solo 2 hanno avuto brevi esperienze di governo, gli altri 86 non si sono mai seduti sulle sedie del congresso di Stato.

r.p.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *