Verifiche dell’UE, dagli Esteri assicurano: Nessun rischio per San Marino

Il Consiglio Europeo ha avviato una serie di verifiche sulle normative fiscali e modalità applicative delle relative disposizioni, in diversi paesi che hanno rapporti con paesi comunitari.

Una attività che riguarda anche San Marino. Per alcuni, tale disposizione potrebbe configurarsi come il rischio di finire nuovamente in una black list fiscale internazionale, in caso gli esiti non fossero favorevoli.

A seguito di tali preoccupazioni e delle notizie poi apparse su alcuni media, la segreteria di Stato agli Esteri ha emanato una nota in cui spiega quale sia la portata delle recenti disposizioni del Consiglio Europeo in materia di trasparenza ed equità fiscale in decine di Paesi.

Da Palazzo Begni specificano che “i competenti uffici del Dipartimento Affari Esteri, unitamente alla Missione sammarinese a Bruxelles, sono già da tempo allo studio del dossier relativo allo screening dei Paesi con i quali l’Unione Europea intrattiene importanti scambi commerciali per verificare, all’interno di detti Paesi, la conformità ai criteri stabiliti dalla stessa Unione di una buona governance fiscale”.
“Si fa altresì presente che San Marino – continua la nota degli Esteri – nei prossimi giorni dovrà designare un gruppo di coordinamento per la redazione del rapporto che sarà alla base delle richieste da comunicare alle competenti Autorità dell’UE”.
Di qui la rassicurazione da parte della segreteria di Stato per gli Affari Esteri che “sulla base della documentazione pervenuta nei giorni scorsi dalla Commissione europea, San Marino figura tra i pochi Paesi che non comportano alcun indicatore di rischio”.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *