Repubblica futura: necessità di rigore etico nell’impegno politico

La prima Assemblea costituente di Repubblica Futura, riunita il 24 e 25 febbraio 2017, ha preso avvio dalle relazioni introduttive di Roberto Giorgetti, Nicola Selva e Silvia Santi, in cui si è illustrato l’avanzamento del progetto Repubblica Futura e ripercorso le tappe che hanno portato i movimenti di Alleanza Popolare e Unione per la Repubblica a dare vita a una lista e successivamente, unitamente a cittadini provenienti dalla società civile, ad una nuova formazione politica. E alla fine del percorso l’assemblea ha eletto presidente Mario Venturini e coordinatore Nicola Selva.

Nella mozione finale si legge come l’assemblea sia stata caratterizzata da “una ampia partecipazione e un approfondito dibattito. Tutti gli intervenuti hanno espresso soddisfazione e piena condivisione del percorso politico che ha portato a costruire il progetto di Repubblica Futura, iniziato nel 2015. Un lavoro intenso, a cui si è affiancato nel 2016 l’impegno per costruire una coalizione che potesse presentarsi alle elezioni politiche con una piattaforma programmatica adeguata e un perimetro politico atto ad affrontare le sfide del Paese”.

Adesso.sm, coalizione a cui Repubblica Futura ha dato vita insieme a Civico 10 e Sinistra Socialista Democratica, è “il risultato dello sforzo profuso a varare una iniziativa innovativa e originale in grado di intercettare le istanze di cambiamento dei cittadini. Il risultato elettorale conseguito il 4 dicembre 2016 è stato il segnale evidente di come la popolazione abbia deciso in modo inequivocabile di imboccare una strada di cambiamento politico, sociale e culturale”.

Repubblica Futura si dice quindi “conscia delle responsabilità assunte di fronte all’elettorato, si è impegnata affinché la legislatura potesse avviarsi nel miglior modo possibile e il movimento avesse celermente una struttura organizzativa e politica definita”.

L’Assemblea ha approvato il primo statuto del movimento e ha proceduto alla nomina di tutti gli incarichi direttivi previsti.

L’Assemblea ha poi riconfermato “l’impegno politico contraddistinto dalla necessità del rigore etico, del perseguimento dell’interesse comune, della preparazione,  della competenza e dell’apertura al rinnovamento della società. Si riconosce nei valori liberali, riformatori e popolari. L’obiettivo, riconfermato dall’Assemblea, è costruire un nuovo progetto per il Paese, unendo le forze politiche e sociali che si riconoscono in questo percorso e ricercando collaborazioni sulla base di convergenze programmatiche, di metodo e di condivisione di un patto etico”.

il nuovo soggetto politico considera “imprescindibile avviare da subito un virtuoso percorso di internazionalizzazione, da considerarsi una delle principali linee direttrici per lo sviluppo della Repubblica nei prossimi anni”.

I temi rilevanti dell’agenda politica come bilancio, situazione del settore bancario, rilancio dell’economia, riforme strutturali “dovranno essere nei prossimi mesi oggetto di serrato lavoro da parte della maggioranza e del governo. A questi si aggiungono gli impegni assunti nel programma elettorale di adesso.sm, che dovranno essere rispettati nel corso della legislatura attraverso il metodo del confronto, della trasparenza e del rigore nelle decisioni”.

L’Assemblea ha svolto infine delle riflessioni sul percorso politico che ha portato alla formazione del movimento, con un’attenta valutazione degli elementi di criticità che sono emersi nella scorsa legislatura.

Nei prossimi giorni gli organi eletti dall’Assemblea, unitamente al Gruppo consiliare, inizieranno l’attività e il movimento a questo punto sarà pienamente operativo con una propria struttura politico – organizzativa.

L’Assemblea ha eletto all’unanimità: presidente Assemblea: Mario Venturini, Coordinatore: Nicola Selva, responsabile giovanile: Mattia Ronchi, membri del coordinamento: Toccaceli  Fabio, Ciavatta Valeria, Rossi Anna Tina, Mularoni Antonella, Casali Ingrid, Santi Silvia, Giacomoni Luca, Carattoni Simona, Ercolani Diego, Zanotti Pierluigi e membri dei probiviri: Perotto Luigi, Mazza Orazio, Savoretti Maria Katia.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *