«Ma che bel castello» a Rimini

Le storiche mura del Castel Sismondo di Rimini tornano ad accogliere le avventure teatrali senza età di Oh che bel Castello! Dal 27 luglio al 17 agosto 2017 la terza edizione della rassegna di arti sceniche per tutta la famiglia ideata e promossa dalla Compagnia Fratelli di Taglia in collaborazione con il Settore Cultura del Comune di Rimini e il sostegno di MIBACT, Regione Emilia-Romagna, ATER e Centro Commerciale I Malatesta di Rimini.

In cartellone quattro appuntamenti per piccoli e grandi. Si comincia giovedì 27 luglio, alle ore 21,30, con “Il brutto brutto anatroccolo”, spettacolo di teatro d’attore, pupazzi, figure animate e festosa interazione con il pubblico che il Proscenio Teatro di Fermo ha tratto da Hans Cristian Andersen e dal mondo in cui viviamo. Sono trascorsi trent’anni da quando nella Fattoria del Sole Nascente avvenne quell’eccezionale covata di ben sette uova. L’evento fu seguito in diretta televisiva da milioni di spettatori. La successiva schiusa raffreddò gli entusiasmi, e il settimo nato, tutto nero, fu sottoposto alla prova dello stagno, poiché ritenuto un tacchino e non un anatroccolo come i suoi fratelli. La prova fu superata, ma nonostante questo la vita per lui fu subito in salita, tutti lo prendevano in giro, lo evitavano, lo beccavano, costringendolo ad andarsene. Trent’anni dopo la televisione ricorda l’evento chiedendosi dove fosse finito quel piccolo esserino scappato in un Mondo che non aveva mai visto, né conosciuto. Quel piccoletto è diventato grande, ce l’ha fatta a sopravvivere, e con la forza di volontà è arrivato a essere un valente Capitano di Marina. Nel suo splendido vestito bianco oggi sembra quasi un cigno, pattuglia con la sua nave il Mediterraneo cercando di salvare altri brutti anatroccoli scappati da Fattorie dove la vita è diventata impossibile.

Oh che bel Castello! prosegue giovedì 3 agosto con “Il folletto mangiasogni” dei Fratelli di Taglia, il buffo ometto in frac che aiuta i bambini a liberarsi dai brutti sogni portando divertimento e facendo sparire gli incubi con forchetta e coltello. Giovedì 10 agosto di nuovo in scena i Fratelli di Taglia, questa volta con “Jack e il fagiolo magico”, per aiutare tutti insieme il piccolo Jack a vincere le proprie paure e viaggiare tra terra e cielo alla ricerca di una soluzione alla fame e alla miseria. Giovedì 17 agosto l’appuntamento conclusivo è con “Trecce Rosse ovvero Pippi Calzelunghe”, omaggio del Teatro del Drago di Ravenna all’eroina creata da Astrid Lindgren, un Don Chisciotte al femminile che gioca e viaggia superando ogni ostacolo con fantasia e libertà.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *