Bilancio Carisp, sì allo “spalmadebiti” per 25 anni

carisp sums

Il “buco” di 534 milioni di euro di Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino verrà “spalmato” nelle perdite di bilancio per i prossimi 25 anni, soluzione giudicata sostenibile per lo Stato sammarinese e che ha ottenuto l’ok anche dal Comitato per il Credito e il Risparmio.

Lo rende noto la Dire che spiega come il Ccr abbia infatti approvato il piano di ammortamento delle perdite del bilancio 2016, proposto dal CdA dell’istituto. La conferma arriva dallo stesso Celli, interpellato a riguardo, riferendo del via libera dato dal Ccr “alle modalità applicative, ai sensi dell’articolo 5-ter del Decreto Legge n. 101/2017”.

In questo modo, con la soluzione proposta, le relative perdite annuali dell’istituto di credito ammonteranno a 21,3 milioni di euro, per i prossimi 25 anni. “Il piano – ha commentato l’inquilino di Palazzo Begni – risulta essere assolutamente compatibile con le capacità finanziarie dello Stato e potrà consentire il consolidamento e il rilancio della banca nel medio-breve periodo”. Il segretario Celli guarda poi avanti: “Con la definitiva approvazione del bilancio da parte dell’assemblea dei soci che avverrà entro la fine del mese di settembre, si aprirà una nuova fase per il principale istituto di credito sammarinese, assegnandoli un ruolo fondamentale nel processo di stabilizzazione e di crescita dell’intero comparto bancario sammarinese”

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *