PyeongChang 2018, Mariotti è in Corea. Gatti: “Temperature insostenibili”

mariotti in corea

Alessandro Mariotti è in Corea. L’atleta sammarinese che prenderà parte alle Olimpiadi invernali di PyeongChang è atterrato assieme al tecnico Denis Pauletto a Seoul attorno alle 10 di questa mattina (le 17 in Corea) per poi viaggiare in bus verso il Villaggio Olimpico. Ad attendere i due all’aeroporto di Seoul c’era il Capo Missione Gian Luca Gatti che si trova in Corea già da alcuni giorni. Ora la squadra biancazzurra si trova nel proprio appartamento nel Villaggio Olimpico di PyeongChang e dedicherà la serata al riposo e all’organizzazione del programma di allenamenti, allenamenti che presumibilmente cominceranno dopo la Cerimonia d’Apertura di venerdì. Domani, giovedì 8 febbraio, l’intera delegazione prenderà parte alla Welcome Ceremony ovvero alla cerimonia di benvenuto all’interno del Villaggio durante la quale, tradizionalmente, viene issata la bandiera biancazzurra. Per la Welcome Ceremony raggiungeranno il San Marino Team anche il Presidente del CONS Gian Primo Giardi e il Segretario Generale Eros Bologna che sono arrivati in Corea e attualmente si trovano presso l’hotel che ospita la Famiglia Olimpica. Intanto, ecco le prime parole dalla Corea del capomissione Gian Luca Gatti: “Devo dire che è tutto perfetto, è la mia prima Olimpiade ma la sensazione comune, anche di chi ha preso parte ad altre edizioni, è che l’organizzazione coreana sia davvero impeccabile. Il nostro alloggio è molto grande e ben organizzato, Alessandro ha una camera indipendente che gli permette di restare rilassato. Ora cerchiamo di prendere confidenza con questa enorme manifestazione, con il Villaggio, i trasporti e successivamente con le piste e l’area della competizione, poi ci dedicheremo solo e soltanto a preparare la gara. L’unico vero problema riscontrato è quello della temperatura, è freddissimo, la sera siamo sempre sotto i -20° e a tratti la situazione è insostenibile a causa del vento ghiacciato e dell’alta percentuale di umidità”.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *