Turismo, Osla chiede con urgenza un “Progetto per il paese”

san-marino

A luglio 2017 la coalizione Adesso.sm ha insediato un tavolo di lavoro con le categorie finalizzato a rilanciare il commercio tradizionale e turistico, un settore importante per l’economia sammarinese, da qualche tempo in crisi. I lavori, purtroppo, si sono fermati a novembre, nonostante OSLA abbia più volte espresso la necessità e la volontà di collaborare ed abbia consegnato un proprio documento contenente alcuni elementi di discussione, dimostrando fattivamente di credere nella formula della sinergia pubblico/privato.

Nonostante la relazione sul Piano di Stabilità Nazionale definisca San Marino un “Paese a vocazione turistica e commerciale”, la sensazione è che la riqualificazione attesa sia ancora lontana e che le criticità del settore, specialmente nel segmento turistico, si incancreniscano. Come potremmo pensare diversamente leggendo il comunicato di una componente della maggioranza in cui vengono indicate le priorità e si invoca il coinvolgimento di associazioni e privati allo scopo di innovare l’offerta turistica, dimenticando il tavolo tecnico misto, di iniziativa della stessa maggioranza?

Il Centro Storico di San Marino è la meta di tutti i visitatori della nostra Repubblica e lo shopping è una carta fondamentale da giocare sul piano dell’appeal in concorrenza con altri siti limitrofi. La SMaC, strumento nato per attrarre i consumatori e promuovere la convenienza dello shopping a San Marino, ha oramai perso la propria funzione e i progetti ad essa legati sono rimasti nel cassetto. È dalle ceneri di quel progetto che bisogna ripartire per riqualificare il commercio turistico ed è dal ragionamento di Centro Storico quale vero e unico centro commerciale all’aperto che devono fondarsi le fondamenta del commercio turistico del futuro.

OSLA è pronta. Chiediamo che riprenda vigore il tavolo tecnico misto all’interno del quale condividere linee e obiettivi per il rilancio del commercio turistico e costruire progetti condivisi. Questo importante settore economico sammarinese ha più che mai bisogno di un vero Progetto-Paese.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *