Aggredita da un ragazzo di colore, 44 presenta denuncia in gendarmeria

gendarmeria-san-marino

Sabato pomeriggio è stata formalizzata in Gendarmeria la denuncia di una 44enne residente che ha dichiarato di essere stata aggredita, venerdì sera da un ragazzo di colore intorno alle 21.30 a Borgo Maggiore, nei pressi del bocciodromo.

Subito dopo l’aggressione, la donna ha avvertito le forze dell’ordine che si sono recate sul posto sono. Secondo la ricostruzione dell’accaduto, ribadita poi dalla donna e dal marito anche sui social media, la 44enne si trovava in sosta all’interno della sua auto nei pressi del bocciodromo, quando si è avvicinato un giovane di colore, con capelli corti, vestito con felpa e pantaloni scuri, che dopo aver bussato sull’auto le aveva chiesto un euro. Al rifiuto della donna, il giovane aveva cominciato ad insistere, ed in particolare pretendeva di avere la borsa che la donna aveva riposto sul sedile anteriore lato passeggero. Nella circostanza l’aveva anche afferrata per il braccio, approfittando del fatto che il finestrino dell’auto lato conducente era completamente abbassato. Sentendosi afferrare, la donna reagiva scendendo dall’auto nel tentativo di allontanare il giovane. Ne nasceva una breve colluttazione a seguito della quale il giovane si allontanava velocemente a piedi verso Valdragone.

Le ricerche immediatamente scattate sul territorio, venivano estese anche ad alcune strutture ricettive, con la collaborazione dei responsabili delle stesse, al fine di verificare l’eventuale presenza di persone che potessero rispondere alla descrizione fornita, ma dagli accertamenti non emergeva alcun riscontro.

In tarda serata la donna si è recata in pronto soccorso per gli accertamenti del caso, al termine dei quali le è stata refertata una prognosi di guarigione di giorni sei.

Dalla Gendarmeria assicurano che l’attenta attività di indagine, partita sin dal momento della segnalazione, sta proseguendo in maniera serrata al fine di approfondire ogni utile circostanza e giungere all’identificazione del colpevole.

 

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *