Il massacro del Circeo allo spazio Tondelli

Sono Michele Di Giacomo, Alice Spisa e Arianna Primavera i protagonisti di Circeo. Il massacro, che domenica 16 alle 17.30 andrà in scena allo Spazio Tondelli di Riccione, per la regia di Filippo Renda.

 

Il 29 settembre 1975 il ventenne di buona famiglia Angelo Izzo, insieme agli amici Andrea Ghira e Gianni Guido, sequestra due coetanee e le sevizia, rendendosi protagonista del famigerato massacro del Circeo: un crimine di violenza brutale, che scuote l’opinione pubblica e scatena una delle prime decise reazioni del movimento femminista. Il 28 aprile 2005 lo stesso Izzo, in semilibertà dopo un perfetto percorso di redenzione, commette un nuovo massacro, che presenta inquietanti somiglianze con il primo: come complici due amici che ha legato a sé attraverso un ricatto emotivo, e come vittime due donne con cui ha avuto rapporti sessuali. Come trent’anni prima, a colpire è l’atteggiamento spavaldo di Izzo, quasi divertito nel descrivere al pubblico ministero torture e violenze. Che cosa spinge un essere umano a ripetere più volte lo stesso crimine?

 

In un susseguirsi di dibattiti e improvvisazioni, gli attori riportano all’attenzione i fatti del Circeo, concentrandosi su quegli istinti, in genere repressi, che spingono alla violenza anche persone in apparenza normali. La cronaca nera attira l’interesse di tanti perché nell’uomo c’è sempre un lato oscuro, che intriga e mette paura. Proiettare quest’ombra sul mondo esterno permette di maneggiarla senza esserne contagiati.

 

Ingresso libero, con posto riservato per gli abbonati della stagione.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *