Comitato “no fusione” tra Carisp e Bsm “al lavoro” per rinnovo dell’Ente Cassa

“L’unico modo per iniziare a fare qualcosa è smettere di parlare e iniziare a fare”, questa famosa frase ha sin da subito guidato le azioni del Comitato “NO FUSIONE”, dopo lo straordinario risultato sancito nell’Assemblea straordinaria dell’Ente Cassa di Faetano del 25 Novembre scorso nella quale 158 soci hanno detto un chiaro e netto “NO” allo sciagurato progetto di fusione tra Banca di San Marino e Carisp San Marino.

Nonostante gli inviti formali rivolti ai membri dell’Ente affinché rimettessero il loro mandato, convocando immediatamente una Assemblea straordinaria, nulla di concreto e tangibile è avvenuto, fatto salvo un comunicato stampa dell’ECF nel quale si affermava che il C.d.A. stava lavorando senza sosta per dare seguito alle istanze emerse nell’Assemblea del 25 Novembre scorso e la doverosa interruzione di ogni rapporto con KPMG.

Il Comitato “NO FUSIONE” ha lavorato alacremente in questi giorni per raccogliere le firme dei Soci dell’Ente al fine di richiedere l’immediata convocazione di una Assemblea straordinaria che avesse all’ordine del giorno alcune modifiche qualificanti allo Statuto dell’ECF, la revoca del C.d.A. e la successiva nomina dei nuovi componenti in base alle nuove regole statutarie – numero ridotto a 5 membri e con i nuovi criteri di ineleggibilità, incompatibilità e limite dei mandati.

L’adesione da parte dei Soci alla raccolta delle firme è stata ancora una volta straordinaria e rilevante, superando ampiamente il numero di firme necessario per inviare tempestivamente la richiesta formale di convocazione dell’Assemblea straordinaria al Presidente del C.d.A. e del Collegio Sindacale dell’Ente Cassa di Faetano.

Il Comitato “NO FUSIONE” esprime soddisfazione e ringrazia tutti i Soci che hanno già firmato e quelli che firmeranno nei prossimi giorni: emerge in maniera forte e chiara il desiderio dei Soci di voltare pagina e rinnovare l’Ente Cassa di Faetano – valorizzando la trasparenza e la condivisione – nel solco delle tradizioni, dell’operosità, dell’umiltà e dell’attaccamento al Paese.

La raccolta delle firme non si fermerà, per cui chi non ha avuto l’opportunità di sottoscrivere la richiesta del Comitato “NO FUSIONE” potrà ancora farlo nei prossimi giorni contattando telefonicamente i componenti del Comitato: Pier Marino BACCIOCCHI: 335/7336049 –Joseph GUIDI: 366/4758413 – Giuseppe “Pino” GUIDI: 335/5601260 –   Marino MAIANI: 335/7343128 – Riccardo MULARONI: 335/7340568

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *