«Fronte del porto» al teatro Galli

E’ un classico della drammaturgia e del cinema americano Fronte del porto, che andrà in scena al teatro Galli di Rimini, da venerdì 8 a domenica 10, nella traduzione e adattamento di Enrico Ianniello, con un nutrito cast di attori diretti da Alessandro Gassmann, ormai regista fra i più quotati del panorama scenico tricolore.

 

Dopo il successo di Qualcuno volò sul nido del cuculo, Gassmann dirige un altro adattamento cinematografico dall’intensa carica emotiva e sociale: Fronte del porto con protagonista ancora una volta Daniele Russo, affiancato da altri 10 attori.

La riscrittura è affidata a Enrico Ianniello che, come spiega, fonde le suggestioni del testo originale con quelle dei poliziotteschi napoletani degli anni ‘80, «per giocare – dal punto di vista formale – con le musiche di quei film, con i colori sgargianti della moda casual di quegli anni, con i riferimenti culturali di quell’epoca (giusto per citarne uno: l’oro alle olimpiadi di Mosca di Patrizio Oliva, sicuramente un modello per il nostro protagonista), e con una lingua napoletana che in quei film si va italianizzando per darsi una veste di dignitosa comprensibilità nazionale senza perdere il proprio carattere e il proprio bagaglio espressivo. Era quella, inoltre, un’epoca in cui la città stava cambiando pelle nella sua organizzazione criminale; gli anni del terremoto, gli anni di Cutolo. Anni in cui il porto era sempre di più al centro di interessi diversi, legali e illegali».

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *