«Prendimi la mano» a teatro

Il «cantattore» Sergio Casabianca, insieme all’orchestra Rimini Classica e al regista Aldo Zangheri, è il creatore dell’eclettico spettacolo «Prendimi la mano», in scena al teatro Galli di Rimini sabato 23 alle 21 e domenica 24 alle 17.

 

Uno spettacolo musicale che vuole trasmettere un messaggio forte e diretto per ogni persona che lo ascolterà, per gli artisti, per gli addetti ai lavori, per le istituzioni, per tutti quelli che ancora credono nel nutrimento dell’arte e dei valori, che credono ancora nella bellezza della condivisione come atto di vita indispensabile e che credono nella possibilità di realizzare sogni attraverso le opportunità che le persone possono cogliere quando e se ci vengono donate, una spinta a credere ancora che un mondo migliore è possibile quando le persone si ritrovano insieme senza muri e senza filtri.

 

Il percorso del cantattore Riminese, verrà messo in scena con i suoi brani più significativi e famose cover, con momenti danzati e con i tantissimi ospiti professionisti e non che con lui collaborano o hanno collaborato nei suoi 18 anni di carriera.

I brani verranno presentati in modo teatrale con l’ironia, la sensibilità e la profondità d’animo che caratterizzano questo personaggio, che cercherà di portare il pubblico in una bolla fatta di realtà e fantasia in cui in modo spontaneo si possa creare quella magia che solo l’arte in ogni sua forma sa regalare.

 

Gli arrangiamenti saranno a cura di Aldo Zangheri, Marco Capicchioni, Giuseppe Zanca, Francesco Montesi, Dino Gnassi, mentre la regia sarà in collaborazione con il coreografo ballerino Marco Baldazzi.

 

Organizzato dalle associazioni Culturali «Rimini Classica» e «Sorridolibero» che doneranno una parte dell’introito a favore delle famiglie in difficoltà sul nostro territorio attraverso il progetto sosteniamoci proposto dalla Onlus Una goccia per il Mondo

 

 

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *