Cala la raccolta bancaria a San Marino

bcsm attivi

Con la pubblicazione del dato trimestrale da parte di Banca Centrale, relativo a dicembre 2018 si può avere il quadro di come sia andata la raccolta bancaria sammarinese l’anno scorso e il dato che emerge è negativo.
Al 31 dicembre 2017 infatti la raccolta totale ammontava a 5,78 miliardi di euro e dopo 12 mesi è scesa a 5,48 miliardi di euro.
A calare è soprattutto quella indiretta che perde circa 200 milioni di euro, mentre quella diretta cala di poco più di un centinaio di milioni.
L’andamento annuale è stato tuttavia altalenante con un terzo trimestre, quello che si era chiuso a settembre 2018 che aveva registrato una, seppur lieve, inversione di tendenza, con una raccolta che era tornata a crescere.
Rispetto agli indicatori di salute del sistema, si registra una sostanziale stabilità del rapporto tra sofferenze e impieghi che in un anno è passato dal 20,5% al 20,4%, mnetre registra una diminuzione di 3 punti percentuali il rapporto tra gli impieghi e la raccolta del risparmio.
L’andamento dei debiti e dei crediti interbancari evidenzia una diminuzione dei debiti verso enti creditizi e un leggero aumento, su base annua, dei crediti.
Calano infine sia il patrimonio netto delle banche, che si attesta a quota 328,3 milioni di euro e il totale attivo che scende di oltre 200 milioni di euro su base annua attestandosi a 4,59 miliardi di euro.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *