Baseball: grande vittoria di San Marino su Parma

La prima vittoria dell’anno arriva nel modo più bello: sul filo di lana, dopo un equilibrio durato quasi quattro ore. Dopo lotta, battaglia ed emozioni forti. A Serravalle, il che è ancor più bello. A casa, insomma, contro il Parmaclima finalista nel 2018 e già con due vittorie in tasca. Al 10’, in regime di tie-break, con la volata di sacrificio di Federico Celli che consente a Lole Avagnina di correre dalla terza a casa. Per il 4-3. Per la vittoria.

Sul monte in questa seconda giornata si sfidano due califfi, Quevedo e Casanova. Il sammarinese aveva già avuto modo di scaldarsi a Bologna in questo 2019, mentre il cubano di Parma è al debutto. Il vantaggio per San Marino arriva subito con Giordani che si fa tutto il giro: base ball, balk, lancio pazzo e punto dell’1-0 sulla valida di Flores. Non solo, perché poi i Titani hanno modo di segnare ancora grazie all’errore su Celli e alla successiva valida di Rondon che vale il 2-0.

Bell’inizio, ma al 2°, nello spazio di un sospiro, il Parmaclima va sul 2-2. Prima Mirabal tocca un singolo, poi Sambucci la sbatte fuori dalle recinzioni per il fuoricampo da due punti. Tutto da rifare per gli uomini di Mario Chiarini, che al 3° vanno anche sotto su un lungo fuoricampo in campo opposto dell’ex Sebastiano Poma. È 2-3, scioccante per come era iniziata.

Nella parte bassa del terzo arriva il pareggio, ma l’occasione per allungare in maniera significativa è stata forte. Succede che Avagnina e Romero aprano la ripresa con base ball e singolo, con Flores che riempie i cuscini (quattro ball) e con Celli, colpito, che spinge a casa il 3-3 automatico. Zero eliminati e basi piene, ma il Parmaclima sostituisce Casanova con Ozanich e il rilievo si presenta con tre eliminazioni al piatto (Rondon, Pulzetti e Albanese) salvando la situazione.

La partita, viva e brillante, scorre da questo momento in poi più velocemente grazie alle belle prove dei lanciatori. Quevedo cresce e arriva in scioltezza fino al 6°, Ozanich concede pochissimo e il punteggio rimane sul 3-3. Al 7° per San Marino c’è Perez, che lancia tre inning davvero eccellenti, con solo una base ball concessa. Al 7° grossa occasione sammarinese per passare in vantaggio: Giordani centra il singolo in apertura, Avagnina lo fa avanzare col bunt e per Romero c’è la base intenzionale. Con un out, ecco la lunghissima legnata di Flores a sinistra: la palla sembra lunga ma non esce, sbatte contro i tabelloni e si traduce in un singolo. Basi piene, ma subito dopo arriva una battuta in doppio gioco che chiude l’inning. In pochi secondi, dal possibile 6-3 al ‘vecchio’ 3-3.

Al 9° non accade nulla di significativo e allora è l’extrainning a decidere tutto. Per San Marino sul monte c’è Baez e Parma gioca subito il bunt per spostare i corridori automaticamente in terza e seconda. Operazione riuscita, con i nostri che rispondono con la base intenzionale a Koutsoyanopulos. Finalmente, a quel punto, si gioca davvero. Tutto nelle mani di Baez in situazione di basi piene e un out, col pitcher che se la cava benissimo, mettendo strike-out prima Poma e poi Zileri. Ripresa chiusa senza punti subiti e tanto entusiasmo per la parte bassa del 10’. Flores guadagna subito una preziosissima base ball e, con zero eliminati, è Federico Celli a deciderla: legnata profonda sull’esterno centro e Avagnina dalla terza può correre verso casa. La volata di sacrificio vale il 4-3, si può festeggiare. Grande vittoria.

SAN MARINO BASEBALL – PARMACLIMA 4-3

PARMACLIMA: Koutsoyanopulos ed (0/3), Poma ec (2/5), Zileri dh (0/5), Vinales r (1/3), Mirabal ss (1/4), Sambucci 1b (1/3), Paolini 2b (1/4), Mercuri 3b (0/4), Desimoni es (0/3).

SAN MARINO: Giordani ec (1/3), Avagnina es (0/3), Romero ed (1/4), Flores 1b (2/3), Celli dh (0/3), Rondon 2b (1/4), Pulzetti ss (1/4), Albanese r (1/4), Di Fabio 3b (0/4).

PARMACLIMA: 021 000 000 0 = 3 bv 6 e 1

SAN MARINO: 201 000 000 1 = 4 bv 7 e 1

LANCIATORI: Casanova (i) rl 2, bvc 4, bb 3, so 1, pgl 2; Ozanich (r) rl 5, bvc 3, bb 1, so 5, pgl 0; Habeck (L) rl 2.1, bvc 0, bb 2, so 3, pgl 0; Quevedo (i) rl 6, bvc 6, bb 1, so 7, pgl 3; Perez (r) rl 3, bvc 0, bb 1, so 5, pgl 0; Baez (W) rl 1, bvc 0, bb 1, so 2, pgl 0.

NOTE: fuoricampo di Sambucci (2p. al 2°) e Poma (1p. al 3°); doppio di Paolini.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *