Under 21: la Grecia si impone 5-0

Per la prima trasferta del biennio Fabrizio Costantini non rinuncia al 4-1-4-1 proposto anche nella gara di mercoledì con la Lituania. Tra le novità nell’undici titolare, le presenze di Conti e Ceccaroli, mentre Dolcini viene spostato a protezione della terza linea in luogo di Michelotti, avanzato di qualche metro così come Tomassini. A quest’ultimo, schierato nel ruolo che mercoledì era stato di Babboni, viene affidato l’intero peso dell’attacco. Recuperato all’ultimo Moretti, che accusava un problema al piede, ma altrettanto in extremis si arrende Zucchi, fermato dalla febbre.

Come da copione i padroni di casa – al debutto assoluto in queste qualificazioni ad Euro 2021 – prendono in mano il pallino fin da subito. Il primo squillo al 5’, quando De Angelis alza in angolo il destro potente di Limnios scoccato da limite dell’area. Le linee di Costantini restano ordinate e compatte, facendo naufragare spesso e volentieri il lungo giro palla degli ellenici, così come le iniziative dei singoli. E quando possono, i Biancoazzurrini non disdegnano sortite offensive. Succede al 9’, quando Tomassini guadagna abilmente una punizione sulla tre quarti che Moretti, il cui destro incoccia sulla barriera, trasforma in un calcio d’angolo: la battuta corta di Tomassini viene prolungata a centro area da Valentini, con la difesa di Nikopolidis costretta ad un’affannosa respinta.

Capita più o meno lo stesso una quarantina di secondi dopo, quando la Nazionale ospite, rimasta in avanti, guadagna una seconda punizione sulla tre quarti sempre con Tomassini, stavolta da posizione defilata. Alla battuta va lo stesso numero 10, che con il destro taglia il pallone in maniera insidiosa, costringendo anche stavolta i difensori di casa a non badare troppo alla forma.

Il break sammarinese non impressiona però gli avversari. Scavallata la metà di frazione, la pressione ellenica comincia a farsi via via maggiore, fino a produrre l’1-0 a firma di Kampetsis, libero di incornare in area piccola sul cross preciso di Oues. Poco prima Nikolau, difensore in forza all’Empoli, aveva fatto tremare la traversa di De Angelis con una conclusione immediata dopo la respinta di Moretti sul tentativo di Limnios.

Il gol sembra sbloccare anche mentalmente i padroni di casa, che nel giro di poco costruiscono pure il 2-0 con Pavlidis, favorito da un tocco fortuito in area di Cecchetti ma rapidissimo nel girarsi e nel battere in diagonale De Angelis. Il numero 10 di casa fa le prove generali della doppietta al 35’, quando dialoga con Kampetsis e poi esplode un destro potente dal limite su cui De Angelis si fa trovare pronto. Il 3-0 arriva due minuti dopo e porta sempre la firma di Pavlidis, che raccoglie la sponda di Katranis e dopo essersi aggiustato la sfera la scaglia con violenza alle spalle di un impotente De Angelis.

La ripresa si apre senza novità in entrambi gli schieramenti. Al pronti via la Nazionale ospite si fa trovare sbilanciata su un contropiede 3 vs 3 concluso da Oues, a cui De Angelis nega la gioia del gol con una prodezza. Il poker però tarda solo una manciata di minuti: Vrousai raccoglie palla al limite dell’area, penetra centralmente e da posizione comodissima spedisce la sfera alle spalle del portiere ospite.

La Grecia mantiene il ritmo alto e nel giro di pochi minuti De Angelis deve intervenire in due circostanze per evitare il pokerissimo: prima su Kampetsis, che si gira in area e conclude con un sinistro potente; poi su Limnios, sulla cui conclusione il portiere di Costantini si produce in un tuffo tanto efficace quanto esteticamente apprezzabile. Il portiere di Costantini è costretto però ad arrendersi, al 68’, alla seconda conclusione vincente di serata di Kampetsis, rapido ad approfittare di un affanno della retroguardia ospite.

Dalla panchina subentrano Marco De Angelis, Pancotti e Muccioli. Le intenzioni sono quelle di farsi più presenti negli ultimi trenta metri, ed in effetti a cavallo della mezz’ora la Nazionale ospite si produce in un paio di sortite offensive che però, complice anche la stanchezza, non producono grossi grattacapi alla terza linea di casa. Nel primo caso De Angelis offre a Tomassini la possibilità di caricare il destro dal limite, destro che però sbatte sulla gamba di Katranis. Poi è Cecchetti ad andare al tiro sugli sviluppi di una punizione dello stesso Tomassini: palla che termina alta sul montante. Nel finale Costantini getta nella mischia anche Quaranta e Babboni.

La Grecia mantiene il controllo e alla fine conduce in porto un 5-0 che le frutta i primi tre punti del percorso. La gara integrale fra la Nazionale ellenica e quella di San Marino, con telecronaca, sarà trasmessa in differita mercoledì prossimo alle 18:10 su Rtv Sport.
________________________________________
Under 21, qualificazioni ad Euro 2021 | Grecia – San Marino 5-0

GRECIA [4-2-3-1]
Stergiakis; Oues (dal 66’ Lyratzis), Dimitriou, Nikolaou (dal 66’ Giannoutsos), Katranis; Milogevits, Tsingaras; Vrousai (dal 74’ Zografakis), Pavlidis, Limnios (dal 66’ Varkas), Kampetsis (dal 74’ Douvikas)
A disposizione: Siampanis, Meliopoulos, Liagkas, Oikonomidis
Allenatore: Antonis Nikopolidis

SAN MARINO [4-1-4-1]
Mi. De Angelis; Cecchetti, Moretti, Valentini (dall’86’ Babboni), Conti; Dolcini, Liverani (dal 66’ Ma. De Angelis), Michelotti (dal 66’ Pancotti), Ceccaroli (dal 54’ Muccioli), Raschi; Tomassini (dall’86’ Quaranta)
A disposizione: Marconi, De Biagi
Allenatore: Fabrizio Costantini

Arbitro: Dumitri Muntean (MDA)
Assistenti: Andrei Bodean e Vadim Vicol (MDA)
Quarto Ufficiale: Veaceslav Banari (MDA)
Ammoniti: Tomassini
Marcatori: 26’ e 68’ Kampetsis, 29’ e 37’ Pavlidis, 51’ Vrousai

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *