Istituito il nuovo reato di corruzione privata

Nell’ultima sessione consiliare, appena conclusa, il Consiglio, con 40 voti favorevoli e un solo astenuto, ha approvato la legge che introduce nell’ordinamento sammarinese il reato di corruzione privata.

Un nuovo tipo di reato per San Marino, la cui introduzione era già stata sollecitata dal GRECO, l’organismo del Consiglio d’Europa che si occupa della lotta alla corruzione, che permette da oggi alle aziende sammarinesi una maggiore garanzia del rispetto di una concorrenza leale tra privati.

Repubblica futura accoglie con molta soddisfazione la discussione e approvazione di questo progetto di legge, depositato dal Segretario Renzi nell’agosto del 2018.

Questo nuovo strumento legislativo è di fatto un passo avanti rispetto a un percorso che il nostro paese in maniera faticosa, ma con impegno, ha intrapreso dal 2009, anno in cui si palesò con evidenza la situazione complessiva rispetto alle norme per il contrasto di reati riconducibili alla corruzione e riciclaggio e, in sostanza, a una serie di tipologie di comportamenti che hanno avuto in passato e possono avere tuttora gravi conseguenze per la credibilità e l’insieme del funzionamento dello Stato.

La legge, che segue a un Ordine del Giorno presentato in Consiglio nel 2015 e a suo tempo dal Consiglio stesso all’unanimità, ha avuto un iter procedurale veloce, grazie anche alla condivisione comune sull’importanza del tema riscontrata durante i lavori della Commissione Consiliare pertinente.

Repubblica Futura, da sempre molta attenta alla necessità di adeguare il nostro Paese alle normative internazionali di contrasto al riciclaggio e lotta alla corruzione, ritiene che l’approvazione di questa legge sia un ulteriore importante passo in avanti per accreditare la Repubblica di San Marino come Paese che offre opportunità di fare impresa, un luogo di crescita economica anche in settori innovativi, ma in un quadro di trasparenza e di tutela dai fenomeni distorsivi e distruttivi che in passato tanti danni hanno arrecato a tutti i Sammarinesi.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *