Verso il Belgio, Varrella: “in campo senza paura”

Qualità nella lettura del gioco fuori dal comune, con il marchio di fabbrica di una scuola calcistica ben chiaro e in grado di mettere in difficoltà qualsiasi avversario gli si pari di fronte: sarà uno spettacolo per noi giocare questa partita” – presenta così la sfida al Belgio, capolista del Ranking FIFA, il Commissario Tecnico di San Marino Franco Varrella. Al suo fianco anche Cristian Brolli, chiamato a dividere campo e aree di competenza con campioni del calibro di Mertens e Lukaku: “Sin dai primi calci dati al pallone il sogno è quello di affrontare giocatori di questo spessore, benché non sarà facile confrontarsi con loro. Preparare questi incontri non è semplicissimo: in estate col mister abbiamo lavorato sui nostri punti di forza a livello difensivo e tentato di assottigliare, seppur di poco, l’enorme gap a livello fisico” – commenta il centrale di Folgore e San Marino -.

Sfida al Belgio che arriva a poco più di un anno e mezzo dall’approdo di Franco Varrella sulla panchina della Nazionale: “Devo ritenermi soddisfatto di quello che i ragazzi sono riusciti a produrre in termini di cambio di mentalità; di fronte alla squadra d’élite – tra le più importanti al mondo – cercheremo di evidenziare questa filosofia su cui abbiamo lavorato nel tempo. Devo dire – prosegue – che sono anch’io curioso, nonostante sia pronto a riconoscere che i ragazzi hanno fatto notevoli passi in avanti rispetto a quello che io ho chiesto loro inizialmente. Domani sera avrò il gusto di vedere la loro voglia di andare ad aggredire, nelle situazioni di gioco giuste per farlo e che mi daranno buone indicazioni su come sapranno muoversi collettivamente”.

Rintuzzato dalla stampa belga sull’assenza dei fratelli Hazard, Varrella – che ha incassato di buon grado i complimenti riservatigli dall’omologo Martinez – coglie l’occasione per dare un chiaro messaggio ai suoi: “Voglio vedere in campo una squadra non intimorita, senza la paura che da un momento all’altro debba manifestarsi la loro superiorità. Se ci chiuderanno sarà perché chiaramente sono molto più forti; ogni tanto però vorrei riuscire a dare una sberla a questa squadra, magari portando contrattacchi in parità numerica o rubando talvolta la palla nella loro metà campo. Sono queste le cose che mi aspetto, di fronte ad una formazione che per velocità di gioco e lettura delle situazioni in campo, ha dimostrato di essere la numero uno al mondo”.

Ancora in vendita i biglietti per l’incontro di questa sera allo Stadium: San Marino-Belgio si gioca alle 20:45 e la biglietteria sarà attiva in Tribuna Nord a partire dalle ore 10:00.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *