Euro 2020: Belgio-San Marino 9-0

Davanti ai 35,000 del Re Baldovino di Bruxelles – al cospetto della nazionale n.1 del mondo -, Varrella conferma in toto la formazione titolare che a settembre tenne testa ai Diavoli Rossi allenati da Roberto Martinez che, dopo le lodi della vigilia, schiera l’artiglieria pesante nella serata che vale l’aritmetica certezza di partecipazione ad Euro 2020: davanti il tridente da sogno composto da Mertens, Lukaku ed Eden Hazard.

Il primo brivido dell’incontro è proprio ad opera del centravanti dell’Inter, colpito dalla stoccata di Alderweireld col pallone a sibilare alla sinistra del palo. Stessa sorte del destro al volo dal limite di Vanaken, che calcia senza pensarci troppo sul cioccolatino di un Eden Hazard sempre più fulcro della manovra belga col passare dei minuti. All’11’ il primo vero intervento di Simone Benedettini, bravo a non farsi ingannare dal filtrante senza deviazioni e coraggioso nel gettarsi sulla linea di porta per abbrancare in due tempi, con carica robusta di Lukaku rilevata dal direttore di gara. L’estremo biancoazzurro concede poi il bis sul traversone di Mertens, destinato nei pressi del primo palo dopo una deviazione sul lato corto dell’area.

Il Belgio insiste alla ricerca del vantaggio e quella, quasi spasmodica, del gol di Lukaku che al 18’ si avvita nel cuore dell’area di rigore spedendo alto di testa un pallone complicato. Ben più concreto il destro a giro di Hazard dopo lo scambio con Chadli, finito ad un palmo dall’incrocio del pali con Benedettini stavolta fuori causa. Sembrava esserci il portiere del San Marino sul colpo di testa di Castagne che si fa trovare pronto sul secondo palo, mandando di poco alto sulla trasversale. Il gol arriva un minuto più tardi ed è il più atteso da tutto il Re Baldovino: i Diavoli Rossi rubano palla sulla mediana e sfondando centralmente sull’asse Tielemans-Lukaku, con quest’ultimo a punire Benedettini con un destro sul primo palo per il suo cinquantesimo gol con la maglia del Belgio. Il raddoppio dista pochi minuti e reca la firma di Chadli: inserimento a rimorchio sulla sponda di Lukaku e destro all’angolino per il centrocampista dell’Anderlecht.

San Marino accusa il colpo e non è nemmeno fortunato: al 35’ Benedettini si riscatta negando la doppietta allo splendido tacco volante di Lukaku, ma sul flipper innescato dalla parata il pallone sbatte su Brolli per il più classico degli autogol. I padroni di casa insistono mentre i Biancoazzurri faticano a tenere palla, così al 41’ il Belgio passa per la quarta volta: nuovamente da aggiornare le statistiche dei Diavoli Rossi per via della doppietta di Lukaku. Partito in posizione d’ala ha sfidato Brolli in uno contro uno prima di trovare la fortuita deviazione di Davide Simoncini che fulmina Benedettini. Medesima sorte del gran destro di Alderweireld, fortunato nel trovare il corpo di Grandoni per spiazzare l’estremo difensore sammarinese. Non è finita qua, perché nell’unico minuto di recupero c’è gloria anche per Tielemans, la cui conclusione – armata da capitan Hazard dopo una cavalcata sulla destra – termina all’incrocio dei pali alle destra di Benedettini per il 6-0 con cui si rientra negli spogliatoi.

Dove Varrella mette subito mano alla squadra, spendendo due cambi in avvio di ripresa: dentro Alessandro Golinucci ed Hirsch per Giardi e Berardi. Al 52’ c’è lavoro per Benedettini, miracoloso sul mancino potente di Eden Hazard. Situazione che si ripropone poco dopo, con il fantasista del Real Madrid a sbattere ancora su Benedettini dopo la combinazione Mertens-Lukaku.

Belgio arrembante attorno alla mezz’ora, con Mertens a colpire la base del palo e Benedettini ad immolarsi sul tap-in a botta sicura di Tielemans. Sul corner seguente altro miracolo del portiere del San Marino su Lukaku che poi mura involontariamente il destro al volo di Vermaelen. Sul proseguo dell’azione ci prova anche Chadli, trovando nuovamente la pronta risposta di Simone Benedettini. L’estremo difensore biancoazzurro è del tutto fuori causa poi quando Lukaku ha sul mancino il pallone della tripletta, ma incredibilmente spedisce fuori da una manciata di metri.

Ci impiega pochi minuti a entrare nel tabellino marcatori Benteke, che in termini di rapidità nel segnare ha un conto aperto con San Marino avendo scippato allo storico gol di Gualtieri contro l’Inghilterra il primato assoluto. L’attaccante del Crystal Palace, al debutto in queste European Qualifiers, segna a tre minuti dal suo debutto con un pregevole destro a giro dal vertice sinistro dell’area di rigore. Poco più tardi Papapetrou ravvisa gli estremi per il calcio di rigore sul contatto tra Verschaeren e Brolli: dal dischetto lo stesso esterno offensivo che spiazza Benedettini e gonfia il sacco per l’ottava volta.

Il Belgio non ne vuole però sapere di alzare il piede dall’acceleratore e sull’iniziativa di Verschaeren è l’atalantino Castagne a fiondarsi sul pallone vagante per depositare in rete il gol del 9-0, spinto da un pubblico non ancora sazio. Nel secondo minuto di recupero Benedettini evita la doppia cifra, mentre Davide Simoncini rimedia un cartellino giallo che gli precluderà l’impiego ad Hampden Park. Non c’è altro da vedere al Re Baldovino, dove il divario di conferma di nove reti tra Belgio e San Marino – esattamente come nel più recente precedente del 2001 -. Con questo successo i Diavoli Rossi centrano la qualificazione aritmetica ad Euro 2020 con tre giornate d’anticipo.

________________________________________
European Qualifiers | Belgio-San Marino 9-0

BELGIO [3-4-3]
Courtois; Alderweireld, Vermaelen, Vertonghen; Castagne, Vanaken, Tielemans, Chadli; Mertens (dal 63’ Verschaeren), Lukaku (dal 76’ Benteke), E. Hazard (dal 63’ Carrasco)
A disposizione: Teunckens, Sels, Boyata, Witsel, Mechele, T. Hazard, Origi, Januzaj, Batshuayi
Allenatore: Roberto Martínez

SAN MARINO [5-3-2]
S. Benedettini; Ma. Battistini, Brolli, D. Simoncini, Palazzi, Grandoni (dal 77’ Grandoni); Mularoni, E. Golinucci, Giardi (dal 46’ A. Golinucci); Nanni, Berardi (dal 46’ Hirsch)
A disposizione: Zavoli, A. Simoncini, Della Valle, D’Addario, Lunadei, Bernardi, Gasperoni, Ceccaroli, Censoni, Tomassini
Allenatore: Franco Varrella

Arbitro: Anastasios Papapetrou (GRE)
Assistenti: Tryfon Petropoulos (GRE) e Iordanis Aptosoglou (GRE)
Quarto ufficiale: Athanasios Tzilos (GRE)
Marcatori: 28’, 41’ Lukaku, 31’ Chadli, 35’ aut. Brolli, 43’ Alderweireld, 45’+1’ Tielemans, 79’ Benteke, 84’ Verschaeren
Ammoniti: Mertens, Mularoni, D. Simoncini

foto ©PhotoNews

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *