L’apertura della campagna elettorale da parte di RF

Al Podere Lesignano, alla presenza di oltre trecento cittadini, si è aperta la campagna elettorale di Repubblica futura. Un momento di allegria e di impegno, accompagnato dalla musica di Sergio Casabianca e dal BBQ di Daniele Merli. Interventi politici del Coordinatore di RF Matteo Fiorini, dei consiglieri Stefano Palmieri, Mara Valentini, Emmanuel Gasperoni, del Segretario di Stato Marco Podeschi e di Mario Venturini Presidente di RF. 

Matteo Fiorini ha ricordato il percorso politico di Repubblica Futura negli ultimi tre anni, “l’impegno di RF nel governo e nella maggioranza a sostenere le reali esigenze di cambiamento affidate dai cittadini con le elezioni politiche del 2016. RF oggi ha una lista solida, composta di persone serie e un programma concreto per innovare il Paese”.

Stefano Palmieri: “Abbiamo lavorato per un cambiamento reale in alcuni settori della vita pubblica, non è stato semplice. Ci sono santuari su cui alcune forze politiche hanno basato il loro consenso elettorale e il cui onere, per una cattiva gestione, ricade oggi su tutti noi. RF ha nel programma soluzioni concrete nella sanità, nel settore economico-finanziario, per rilanciare il Paese. Il voto ha RF è un sostegno al cambiamento e all’innovazione”.

Mara Valentini ha ripercorso gli ultimi tre anni dell’impegno istituzionale come membro del Consiglio Grande e Generale. “Non sono stati anni semplici, problemi giganteschi con un’opposizione che ha esercitato il suo ruolo con attacchi personali e un livore decisamente eccessivo rispetto alla normale dialettica politica. RF ha tante donne candidate e un programma molto vicino ai nostri temi. Stiamo lavorando affinché sul programma ci sia sostegno da parte dei cittadini”.

Emmanuel Gasperoni ha posto l’accento sulla parte del programma che riguarda la sanità. “Vogliamo una sanità efficace e efficiente. Nelle ultime settimane ci sono state polemiche, l’ISS non è patrimonio di qualche forza politica, i cittadini chiedono servizi di qualità elevata che possiamo fornire. ISS merita una organizzazione moderna in cui il personale possa esprimere il proprio potenziale. Per questo il nostro programma è molto preciso e traccia anche linee innovative non reperibili nei programmi delle altre liste”. 

Marco Podeschi partendo dal 2016 rileva come “dopo la vittoria alle elezioni ci era molto chiaro quali e di quale entità fossero i problemi di fronte a noi. È mancato il coraggio e la determinazione di affrontare scelte decisive per il Paese e RF, nonostante sia stata leale e corretta con gli alleati, è stata spesso al centro del fuoco incrociato, con pesanti attacchi ben oltre il lecito, prima da chi voleva ribaltare il quadro politico e poi da coloro che cercano la foglia di fico per giustificare la scelta di buttare a mare una esperienza politica nata per cambiare il Paese. Oggi qualcuno sta già prendendo le misure delle sedie, spartendosi le Segreterie di Stato e dimenticando i problemi del Paese.”

Mario Venturini ha tracciato un bilancio dei primi tre anni di attività di RF e ha ricordato come il movimento nasca da persone che hanno un passato e una storia politica sui quali “non hanno nulla di cui vergognarsi. Ci sono liste con condannati e rinviati a giudizio che hanno come unica preoccupazione la giustizia.  Qualcun altro, esponente di un partito del conto Mazzini, chiede sostegno per tornare al 2006 quando si stava bene, dimenticando, di quel periodo, la procedura rafforzata di Moneyval, i problemi con l’Italia ed una situazione bancaria nata dalla distribuzione delle licenze in cambio di tangenti. RF ha candidati e programma all’altezza per chiedere sostegno ai cittadini”.

Nicola Selva moderatore della serata ha dato appuntamento ai prossimi eventi elettorali e ha ricordato come le proposte di RF siano reperibili sui social e sul sito web di RF.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *