Flastaff secondo Branciaroli

Franco Branciaroli porta in scena il Falstaff di Shakespeare, e tanto basta a presentare lo spettacolo che mobiliterà gli appassionati al teatro Galli di Rimini da venerdì 20 a domenica 22 dicembre (la domenica alle 16, gli altri giorni alle 21).

Ispirato ai drammi shakespeariani, lo spettacolo di Fano e Calenda è incentrato su Falstaff, protagonista de Le allegre comari di Windsor  ma anche uno dei personaggi nelle parti I e II di Enrico IV e nell’Enrico V. Le avventure di un uomo che confonde i piaceri con la natura, la furbizia con il caso, sono messe a confronto con un altro personaggio, un Servo che, come Iago, crede di poter addomesticare la realtà; o, come Puck, pensa di poter «mettere una cintura al mondo». Dal conflitto fra i due, che è poi in senso lato quello tra comicità e drammaticità, viene fuori un catalogo delle beffe subite dal personaggio fino all’epilogo drammatico: la rottura con l’amico- allievo di sempre, re Enrico, e l’abbandono in solitudine, lontano dalla  guerra di Agincourt dove tutti gli altri, tranne lui, conquisteranno gloria eterna. Uno spettacolo comico e drammatico insieme: una cavalcata nelle atmosfere shakespeariane, rielaborate per un pubblico di oggi, in grado di cogliere l’eternità del duello tra Caso e Ragione.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *