Il Giorno della Memoria al teatro degli Atti

Arriva in occasione del Giorno della Memoria, lunedì 27 alle 21 al teatro degli Atti di Rimini, il concerto-spettacolo «Shabbat Shalom. Canti e parole di vita», con la voce di Delilah Gutman e il violino di Refael Negri.

Ascoltare la musica è come guardare le stelle; se il canto è autentico e brilla di luce propria, esso narra la storia di un tempo lontano, originato migliaia di anni fa, ancorandosi, nel percorso attraverso la storia, alla parola, bitta di una memoria ancestrale. L’esilio, le persecuzioni e le sofferenze di un popolo suscitano la ricerca di una continuità storica, ma un popolo dimentica. Ecco che la memoria, allora, può trasformarsi in un potente strumento di conoscenza, dove “ricordare” è anche “agire”; in ebraico la parola davar significa parola, logos, ma anche azione e cosa.

Shabbat Shalom esplora attraverso la parola e la tradizione di canti yemeniti, sefarditi e klezmer, l’urgenza di confrontarci con il tema della memoria e della sua autenticità. Un viaggio dall’antichità a oggi, attraverso la lingua ebraica, giudaico-spagnola, giudaico-tedesca (yiddish) e altre ancora, e soprattutto attraverso i canti e le parole di vita dello Shabbat, la più importante tra le festività ebraiche, frontiera con il tempo e con il mistero della Creazione.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *