Bilanci e contribuiti al centro della seduta del Consiglio Nazionale

Lunedì sera, per la prima volta nel 2020, si è riunito il Consiglio Nazionale del Cons. In apertura di seduta il Presidente del Cons Gian Primo Giardi ha relazionato sull’attività dei primi sei mesi dell’anno, inevitabilmente condizionata dall’emergenza sanitaria da Covid-19.

I membri del Consiglio Nazionale sono stati chiamati ad approvare il bilancio consuntivo 2019 del CONS, che si chiude con un avanzo di gestione di €. 64.778,06, le cui entrate ammontano a €. 5.758.118,00 e tengono conto di minori contributi statali del 5,19%. In seguito è stata ratificata la variazione al bilancio previsionale 2020, che ha visto in assestamento una riduzione complessiva di entrate pari a €. 755.300,00 dagli oltre 5 milioni inizialmente previsti, con minori contributi pubblici per €. 385.000,00.

Restando in tema di bilanci, il Consiglio Nazionale ha ratificato i prospetti consuntivi e previsionali delle Federazioni. Approvata anche la proposta dell’Esecutivo sulla ripartizione del contributo ordinario 2020 alle Federazioni, frutto del nuovo sistema di calcolo e dei nuovi parametri adottati. Nel complesso sono stati distribuiti alle Federazioni 698.200 euro, mentre si è deciso di accantonare il contributo di solidarietà del 3%, pari a 21.800 euro, per poter meglio valutare gli effetti dell’emergenza sanitaria da Coronavirus e andare ad intervenire in maniera più mirata nei prossimi mesi.

I membri del Consiglio Nazionale sono stati poi chiamati ad esprimersi in merito alla questione del rinnovo dei consigli federali e del Comitato Esecutivo del Cons, previsto per Legge, dopo la celebrazione delle Olimpiadi; alla luce del posticipo dei Giochi Olimpici di Tokyo al 2021 e sulla base del riferimento del CIO, è lasciata facoltà ad ogni Comitato Olimpico stabilire il termine delle elezioni in base al ciclo olimpico, modificato a seguito della pandemia. Il Consiglio Nazionale è orientato a svolgere i rinnovi dopo i Giochi Olimpici, come da Statuto. Sarà quindi data comunicazione alla Segreteria di Stato con delega allo Sport di emanare eventuali provvedimenti, in base alla legge, per prender atto dell’eccezionalità della situazione creatasi.

Infine, in chiusura, il presidente Giardi è intervenuto con un breve aggiornamento sulle verifiche disposte in materia di rimborsi ai membri dei consigli federali.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *