Il grande cuore dei sammarinesi: donazioni all’ISS oltre 1 milione di €

La pandemia da Covid-19 ha lasciato un solco profondo con conseguenze pesanti nella comunità sammarinese, ma allo stesso tempo ha fatto emergere, come già accaduto in altri periodi storici della nostra piccola Repubblica, il grande cuore dei sammarinesi e l’alto senso di solidarietà di tante persone sparse nel mondo che si definiscono “amici di San Marino”.

Intorno alla metà di marzo, e senza che fosse stata attivata dall’ISS una vera e propria raccolta fondi, sono arrivate le prime donazioni con lo scopo di sostenere le innumerevoli spese legate alla imprevista emergenza sanitaria arrivata sul Titano.
Così dal 13 marzo al 30 giugno, data della decretazione di fine Emergenza, sul conto corrente dell’ISS sono giunti 1.267.998,51 euro, il tutto frutto di tanti singoli privati cittadini, sammarinesi e non, ma anche di associazioni di volontariato e culturali, circoli ricreativi, enti, club, ordini professionali, fondazioni, cooperative, aziende e realtà commerciali, partiti politici, consorzi, rappresentanti delle istituzioni, tantissime piccole e grandi donazioni, ma tutte importanti per un aiuto concreto all’Ospedale, alle direzioni e agli operatori impegnati in quelle settimane nella difficile sfida contro il COVID-19 e nel contenimento dell’epidemia.

Un sostegno che ha spesso varcato i confini territoriali, giungendo da realtà straniere, anche qui cittadini e associazioni di altri paesi, specialmente dove erano presenti le comunità sammarinesi all’estero. Da non dimenticare anche il supporto dagli ambasciatori sammarinesi, capaci di creare una rete diplomatica e di conoscenze che ha generato nel mondo simpatia, commozione e affetto per la nostra piccola Repubblica.

Infine, merita ricordare che durante l’emergenza, oltre alle donazioni in denaro, sono giunte all’ISS tanti tangibili “doni”, sotto forma di strumentazione sanitaria e tecnica, dispositivi di protezione individuale, gel igienizzanti, presidi di supporto per l’assistenza, test e tamponi, termoscanner, respiratori artificiali, saturimetri, tablet, ecc… che sono stati subito destinati all’uso nel corso dell’emergenza.

Per tutta questa solidarietà tangibile non smetteremo mai di ringraziarvi.

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *