IS: Anche Negri rassegna le dimissioni. Nominati i nuovi vertici

“A seguito di nuovi incarichi istituzionali assunti in ambito diplomatico, che prevedono l’incompatibilità con cariche in partiti o movimenti politici, informo che dal 17 giugno scorso ho rimesso nella disponibilità di Indipendenza Sammarinese la mia carica di Presidente”.
Andrea Negri

A stretto giro il comunicato stampa del movimento che ha designato il nuovo presidente e il nuovo segretario politico, dato che prima di Negri si era dimessa anche Nadia Ottaviani.

Ecco i nuovi designati:

Indipendenza Sammarinese, a seguito delle dimissioni di Nadia Ottaviani dal ruolo di Segretario e di Andrea Negri dal ruolo di Presidente, ci tiene a ringraziare entrambi per il loro contributo e per il duro lavoro svolto finora.

Indipendenza Sammarinese nasce come un Movimento di giovani Sammarinesi con il sogno di cambiare San Marino; ma i nostri sogni sarebbero rimasti semplici fantasie senza l’importantissimo contributo di Ottaviani e Negri.

Entrambi sono state delle guide essenziali durante la fase “embrionale” del movimento e hanno messo sul tavolo la loro esperienza e passione per il Paese.

Pur rammaricandoci che da ora in poi questa guida verrà meno, capiamo le loro rispettive esigenze lavorative e vogliamo cogliere l’opportunità di questo cambiamento per evolvere il Movimento e passare alla prossima fase della nostra visione politica.

Per questo, dopo regolare elezione interna, abbiamo deciso che le cariche saranno riassegnate ad alcuni dei membri più giovani e meritevoli del Movimento:

  • Segretario: Nicholas Perpiglia
  • Presidente: Mattia Manzaroli

Siamo certi che la loro energia darà un contributo essenziale alla nuova fase di crescita del Movimento; e ancora più importante, porterà una ventata di aria fresca nel rancido e stantio panorama politico sammarinese.

Ultimamente abbiamo ricevuto moltissimi attacchi dalla parte più marcia del Sistema San Marino: dai politicanti spaventati dal cambiamento e dai loro servi lustrascarpe dei blogdipaese.com

Ci spiace per voi, ma questo è solo l’inizio.

 

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *