USL: “Accelerare per sanare diseguaglianze”

Unione Sammarinese dei Lavoratori rende noto che nei giorno scorsi ha inviato una nota al Congresso di Stato richiedendo un incontro relativo al dettato dell’articolo 35 bis del DL 30 aprile 2020 n. 66 nel quale era dato mandato allo stesso Congresso di emanare apposito regolamento teso a garantire ai malati oncologici e alle persone affette da malattie croniche altamente invalidanti l’indennità di malattia prevista ordinariamente la quale ha subito durante il periodo covid ingiustificate limitazioni.
“Riteniamo infatti doveroso che si dia risposta, seppur tardiva, a tutte quelle situazioni che rientrano nelle fattispecie indicate dal testo di legge, in caso contrario si contraddirebbe alla volontà manifestata nel Decreto e si causerebbe un danno non giustificato ad una fascia di popolazione già colpita da serie problematiche di salute” riferiscono dalla Segreteria USL.
USL ha molto a cuore la situazione di coloro che si trovano in difficoltà e delle loro famiglie, quindi rinnova l’invito al Governo di accelerare anche sul tema dei cosiddetti “congedi parentali” (ricordiamo ad oggi ingiustamente limitati ai soli residenti) e degli interventi a sostegno della disabilità nonché degli strumenti a tutela della genitorialità.
Tematiche che al momento sono state accantonate dal Governo per l’emergenza Covid ma che non possono essere rimandate ulteriormente e sulle quali Unione Sammarinese dei lavoratori sta da mesi portando avanti le proprie istanze e richieste.
Occorrono quindi degli interventi legislativi che introducano o ampliano gli strumenti di tutela fin ora vigenti verso uno Stato più inclusivo e attento alle dinamiche familiari.
“Crediamo che l’incontro potrà rappresentare un momento utile per confrontarsi sul tema del trattamento non solo delle malattie croniche altamente invalidanti e oncologiche ma anche di tutte quelle situazioni che, ancor di più nell’attuale momento storico, meritano di una particolare attenzione” commenta il Segretario Generale USL Giorgia Giacomini

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *